Weiss Architecture Studio

Quis autem vel eum iure reprehenderit qui in ea voluptate velit esse quam nihil molestiae lorem.

Storia Azienda Garavaglia Arredamenti

La nostra storia

Nel 1926 nasce il piccolo laboratorio di falegnameria generica (mobili e serramenti) fondato dal nonno, Angelo Garavaglia. Il laboratorio consisteva in una piccola unità con annessa abitazione situato a Marcallo con Casone nel magentino.

anni '30

timeline_1650

Il nonno Angelo era cresciuto in un’ebanisteria artigiana in qualità di “ragazzo di bottega” e lì imparò i segreti della lavorazione del legno massello, allora indispensabile poichè i mobili venivano costruiti unicamente con tale tecnica. Negli anni successivi il laboratorio si ingrandiva sempre più e nel 1938 viene aggiunta una sala esposizione per la vendita al dettaglio.
Lo sviluppo si arenò nel periodo bellico durante la seconda Guerra mondiale. Al termine di quel periodo riprese lo sviluppo aggiungendo al laboratorio anche una segheria per la lavorazione di tronchi ricavando assi per la lavorazione propria e per altri laboratori della zona. n quel periodo entrarono in attività i figli maggiori di Garavaglia dando vita alla ditta: Angelo Garavaglia e figli, fabbrica mobili.

anni '40

timeline_1650

Dopo il periodo bellico della seconda Guerra mondiale riprende lo sviluppo aggiungendo, nel 1946, al laboratorio anche una segheria per la lavorazione di tronchi ricavando assi per la lavorazione propria e per altri laboratori della zona. In quel periodo entrano in attività i figli maggiori di Garavaglia dando vita alla ditta: Angelo Garavaglia e figli, fabbrica mobili.

anni '50

timeline_1650

La collaborazione dei figli, l’impulso allo sviluppo economico post-bellico crearono le premesse per l’ulteriore ampliamento dell’attività, costruendo i primi capannoni industriali. L’attività passò dal costruire mobili artigianali e falegnameria in genere ad una produzione seriale di armadi e cucine, avvalendosi anche delle nuove tecnologie sia per i macchinari che per i materiali che allora si sviluppavano aumentando quindi sensibilmente la produzione con una forte riduzione dei costi e dei tempi stessi.

anni '70

timeline_1650

Nel 1972 sulla spinta di Gaetano Garavaglia venne creato il nuovo marchio DADA, mobili di alta cucina che diventa il logo della Ditta abbandonando la vecchia sigla: “Angelo Garavaglia e figli”.Nasce la collaborazione con architetti e designer di fama internazionale: Angelo Cortesi, Georges Coslin, Giovanni Offredi e con i grafici tra i più innovativi: Italo Lupi, Amilcare Ponchielli, e fotografi tra i più conosciuti:Gabriele Basilico, Aldo Ballo e Vittoria Mussolini.

anni '80

timeline_1650

Nel 1980 l’azienda viene ceduta e Gaetano Garavaglia fu l’unico dei figli a rimanere nel settore seguendo attività commerciali trasferendo al figlio Christian la passione del settore arredamento.

anni '90

timeline_1650

Nel 1998 Christian si specializza in vendita e progettazione di cucine tedesche e nasce così la collaborazione con lo storico marchio ALNO con l’apertura del punto vendita di V.le Monte santo 8 Milano.
Negli anni successivi lo show-room diventa un punto di riferimento nella città per una clientela sempre più attenta ed esigente.

ANNI '00

timeline_1650

Nel 2009 la specializzazione nel settore cucine si amplia alla progettazione della zona notte e living.
Nascono così ulteriori collaborazioni con Brand e artigiani di riferimento scelti e selezionati rendendo sempre più ogni realizzazione unica ed inimitabilie.
Nel 2013 a seguito delle esperienze maturate in anni di collaborazioni con noti studi di architettura, Arch. Mirko Garavaglia decide di entrare a far parte dello staff.
Nel 2015 il quartiere ex Varesine si trasforma nel nuovo polo internazionale di Milano Porta Nuova District e Garavagliarredamenti sceglie di alzare ulteriormente la qualità dei brand trattati.
Nasce così la collaborazione con il prestigioso Marchio di cucine tedesche SieMatic.

Oggi

timeline_1650

Lo show-room viene completamente rinnovato diventando per SieMatic lo Store Internazionale di riferimento nella capitale mondiale del design.

“Una cucina Siematic diventa unica se progettata da Garavagliarredamenti”.

anni '30

Il nonno Angelo era cresciuto in un’ebanisteria artigiana in qualità di “ragazzo di bottega” e lì imparò i segreti della lavorazione del legno massello, allora indispensabile poichè i mobili venivano costruiti unicamente con tale tecnica. Negli anni successivi il laboratorio si ingrandiva sempre più e nel 1938 viene aggiunta una sala esposizione per la vendita al dettaglio.
Lo sviluppo si arenò nel periodo bellico durante la seconda Guerra mondiale. Al termine di quel periodo riprese lo sviluppo aggiungendo al laboratorio anche una segheria per la lavorazione di tronchi ricavando assi per la lavorazione propria e per altri laboratori della zona. n quel periodo entrarono in attività i figli maggiori di Garavaglia dando vita alla ditta: Angelo Garavaglia e figli, fabbrica mobili.

anni '40

Dopo il periodo bellico della seconda Guerra mondiale riprende lo sviluppo aggiungendo, nel 1946, al laboratorio anche una segheria per la lavorazione di tronchi ricavando assi per la lavorazione propria e per altri laboratori della zona. In quel periodo entrano in attività i figli maggiori di Garavaglia dando vita alla ditta: Angelo Garavaglia e figli, fabbrica mobili.

anni '50

La collaborazione dei figli, l’impulso allo sviluppo economico post-bellico crearono le premesse per l’ulteriore ampliamento dell’attività, costruendo i primi capannoni industriali. L’attività passò dal costruire mobili artigianali e falegnameria in genere ad una produzione seriale di armadi e cucine, avvalendosi anche delle nuove tecnologie sia per i macchinari che per i materiali che allora si sviluppavano aumentando quindi sensibilmente la produzione con una forte riduzione dei costi e dei tempi stessi.

anni '70

Nel 1972 sulla spinta di Gaetano Garavaglia venne creato il nuovo marchio DADA, mobili di alta cucina che diventa il logo della Ditta abbandonando la vecchia sigla: “Angelo Garavaglia e figli”.Nasce la collaborazione con architetti e designer di fama internazionale: Angelo Cortesi, Georges Coslin, Giovanni Offredi e con i grafici tra i più innovativi: Italo Lupi, Amilcare Ponchielli, e fotografi tra i più conosciuti:Gabriele Basilico, Aldo Ballo e Vittoria Mussolini.

anni '80

Nel 1980 l’azienda viene ceduta e Gaetano Garavaglia fu l’unico dei figli a rimanere nel settore seguendo attività commerciali trasferendo al figlio Christian la passione del settore arredamento.

anni '90

Nel 1998 Christian si specializza in vendita e progettazione di cucine tedesche e nasce così la collaborazione con lo storico marchio ALNO con l’apertura del punto vendita di V.le Monte santo 8 Milano.
Negli anni successivi lo show-room diventa un punto di riferimento nella città per una clientela sempre più attenta ed esigente.

ANNI 2000

Nel 2009 la specializzazione nel settore cucine si amplia alla progettazione della zona notte e living.
Nascono così ulteriori collaborazioni con Brand e artigiani di riferimento scelti e selezionati rendendo sempre più ogni realizzazione unica ed inimitabilie.

Nel 2013 a seguito delle esperienze maturate in anni di collaborazioni con noti studi di architettura, Arch. Mirko Garavaglia decide di entrare a far parte dello staff.

Nel 2015 il quartiere ex Varesine si trasforma nel nuovo polo internazionale di Milano Porta Nuova District e Garavagliarredamenti sceglie di alzare ulteriormente la qualità dei brand trattati.
Nasce così la collaborazione con il prestigioso Marchio di cucine tedesche SieMatic.

Oggi

Lo show-room viene completamente rinnovato diventando per SieMatic lo Store Internazionale di riferimento nella capitale mondiale del design.

“Una cucina Siematic diventa unica se progettata da Garavagliarredamenti”.